• Home

E' scattato il dopo-Buffon. Gigi ha salutato la Juve e forse anche il calcio giocato. Tanti nomi papabili pronti a sostituire la leggenda bianconera.

E' stato un addio semplice ma commovente quello dato dal grande Gigi Buffon alla Juve, in conferenza stampa nei giorni scorsi. Da subito il club bianconero si è messo alla ricerca del sostituto di Gigi, ricerca non affatto facile visto che chiunque arrivi a Torino da ora in poi sarà chiamato a sostituire il portiere più forte del Mondo degli ultimi 15/20 anni.
Un mito, una leggenda, un nome che rimarrà nel calcio per secoli, un vincente e anche una bandiera, tutto questo è stato Buffon per il popolo bianconero. Per tutti questi motivi la porta, oggi vuota, della Juventus, non è solo il traguardo più ambito da parte dei tanti possibili sostituti del Gigione Nazionale, ma anche una responsabilità e una sfida. Questo perchè chiunque arriverà dovrà prendere il posto del migliore di tutti in quel ruolo, e si rischieranno confronti, dissapori, rimpianti e critiche da parte di tifosi e addetti ai lavori. C'è quindi, la possibilità che essere il nuovo portiere titolare della Juventus diventi più un peso che un onore.

Ma vediamo quali potrebbero essere le soluzioni tra i pali, per la prossima Stagione: la prima di tutte è quella già accennata dal Presidente Agnelli, in cui sarà l'attuale secondo Woicech Szczesny a prendere il posto di Buffon. ma questa, anche se confermata dai vertici della società, potrebbe invece essere una soluzione temporanea in attesa di un altro grande acquisto. In effetti Szczesny, in questa Stagione, ha giocato già 17 gare da titolare con la Juve a causa di alcuni infortuni del capitano, e tutto sommato ha ben figurato meritandosi la riconoscenza e la gratificazione di tutti. In realtà poco impegnato, e spesso impiegato nelle partite con squadre di seconda fascia, Woicech potrebbe restare a fare da secondo in concomitanza con un altro grande portiere in arrivo.
E di nomi già iniziano a girarne nella sede del club, primo su tutti quello del giovane Gigi Donnarumma, che con l'arrivo di Reina in rossonero potrebbe cambiare aria. Nelle ultime settimane criticato per alcuni errori decisivi in Coppa e Campionato, Donnarumma rimane per gli ambienti del calcio, uno dei migliori giovani talenti attualmente presenti nel calcio, per questo la Juve, abituata ad avere sempre il meglio, potrebbe decidere di acquistarlo affiancandolo a Sczcesny, in attesa che maturi e possa definitivamente diventare il nuovo-Buffon. Scartando l'ipotesi Donnarumma, un discorso simile potrebbe essere fatto con Alex Meret, giovane Numero Uno della Spal, ad oggi, uno dei portieri più richiesti dalle grandi della Serie A. Per entrambi c'è sicuramente interesse forte da parte del club bianconero ma anche molta attenzione per quello che riguarda un possibile investimento poco adatto ad una squadra di tradizioni importanti anche tra i pali. Eh già perchè dai tempi dagli anni 70 con Zoff, la Juve in porta ha sempre azzeccato le sue scelte, eccezion fatta per l'anno sfortunato in cui l'olandese Van der Saar fece rimpiangere la cessione di Peruzzi; i bianconeri però, rimediarono subito puntando l'anno successivo sul baby fenomeno Buffon. Quindi una tradizione di numeri uno che negli anni si è rinnovata sempre. 

Pensando, invece, di investire su un portiere più di esperienza, alcuni tra i papabili nomi sono quelli, di Mattia Perin, nei giorni scorsi accostato al club bianconero. Perin è un portiere di grandissima qualità ed elevatura che a livello mentale saprebbe reggere il confronto con il mito Buffon ma che non convicnce del tutto i dirigenti della Juventus a causa della poca esperienza in campo internazionale. Mattia ha fatto molto bene, infatti, nel suo Genoa ma al di fuori delle "mura amiche" non ha mai avuto altre esperienza con squadre blasonate, inoltre ha subito due gravi infortuni che ne hanno condizionato, per un determinato periodo, la condizione. Queste le cause per cui la società va ancora cauta sulla scelta del portiere genoano classe 92, che per il resto ha tutte le carte in regola per essere da Juve.

Altro portiere forte, e di pari età di Perin, sul quale la Juve ha messo gli occhi, è il brasiliano della Roma Alisson Becker, un talento scopreto dalla società giallorossa, che in pochi mesi si è conquistato la fiducia di tutto il popolo giallorosso e soprattutto del ct brasiliano. Sarà lui, infatti, a difendere la porta del Brasile ai Mondiali in Russia del prossimo Giugno. Alisson rispecchia il portiere moderno, il suo modo di giocare la sua prestanza fisica e la sua visione di gioco lo proiettano tra i primi al Mondo come capacità di interpretare il ruolo. Sarebbe una giusta scelta per la juve, unico neo, il prezzo: la Roma per disfarsi del suo gioiello vuole circa 90 milioni di Euro, anche il Real ha desistito davanti a tale cifra.

Restando su portieri stranieri, in ultimo, cè l'ipotesi Jan Oblak, portiere dell'Atletico madrid, da molti addetti ai lavori considerato uno dei migliori al Mondo. Fresco vincitore della Coppa UEFA, Oblak sarebbe sul punto di lasciare il club di fronte all'offerta di una squadra europea di cui ancora non si conosce il nome. Che sia proprio la Juve ad aver messo gli occhi sullo sloveno? Del resto la Slovenia è terra di Numeri uno (vedere Handanovic o Belec) e quindi sarebbe un colpo sicuro, vista anche la buona esperienza internazionale del portiere.

La Juve ha quindi già scelto? Probabilmente si, perchè una squadra importante e vincente non può far partire il portiere più forte del Mondo, senza avere già pronto tra i pali l'uomo adatto a sostituirlo. Il nome potrebbe uscire proprio da uno di questi sopra citati, e, come da tradizione, chi arriverà se farà bene, resterà il portiere della juve per molti molti anni!

K2_SOCIAL_SHARING