• Home

Per Bardi, portiere italiano della Under 21, la scelta fatta in estate, di lasciare l'Italia per approdare nella Liga, era sembrata quella giusta. Ma fino ad oggi in Spagna nessuno lo ha visto giocare

 

Ci eravamo lasciati a fine Luglio con l'addio, che poi un addio non è, del portierino under 21 Francesco Bardi. La sua scelta di emigrare in Spagna alla corte dell' Espanyol è stata dettata dal progetto intrigante che il classe 92' nativo di Livorno vedeva nel club catalano.
 
Ad oggi, però, si può trarre un resoconto che di positivo ha ben poco. Infatti, statistiche alla mano, Bardi non ha mai messo piede in campo in queste tredici gare di Liga spagnola; neanche nel match di Copa del Rey contro il modesto Levante. Infatti il tecnico Sergio gli preferisce sempre il collega 20enne Pau Lòpez che fin qui ha sempre giocato alternando buone gare a gare sottotono, un pò come tutti insomma; infatti, sempre per gli amanti della statistica, l'Espanyol in 13 match ha subito 24 reti contro le 14 fatte, e "detiene" la peggior difesa assieme al Levante.
 
Adesso è chiaro che ad oggi la scelta di andar via dall'Italia da parte del portiere livornese sia stata una scelta sbagliata, e poco importano le dichiarazioni di qualche giorno fa del preparatore dei portieri Thomas N'Kono che ha ribadito quanto già tutti noi sappiamo e cioè che Francesco ha talento e che lo dimestrerà presto. Per il momento però è solo panchina. L'unica nota che possiamo trovare positiva è che il prestito di Bardi è biennale e quindi di tempo per potersi prendere il posto da titolare nel Power Stadium ne ha abbastanza, ma la rotta deve invertire e questo non sarà facile. 

K2_SOCIAL_SHARING