• Home

Lo confermano le statistiche...

Se la Lazio si trova a combattere per la zona Champions, ha vinto il girone di Europa League qualificandosi come prima, è andata avanti in Coppa Italia ed è riuscita a vincere la Supercoppa Italiana ad agosto, il merito non è solo di giocatori del calibro di Milinkovic, Luis Alberto o Ciro Immobile, ma anche di chi ricopre il ruolo più difficile in una squadra di calcio, di chi è stato cresciuto in Primavera da Mister Simone Inzaghi, ha fatto una breve sortita in Serie B con la Salernitana e infine è riuscito a coronare il suo sogno ed esordire in Serie A. Complice la scomparsa dai campi da gioco di Marchetti, si è preso la Lazio ed ora non la molla più. Parliamo di Thomas Strakosha, 22 anni, nazionalità albanese: il giovane ragazzo è stato coltivato per bene dall’attuale mister laziale ed ora sembra che non ci si possa più fare a meno. Vargic non è l’alternativa giusta, Guerrieri è ancora da testare. Thomas è una sicurezza e con le sue parate quest’anno ha contribuito alla causa laziale. Basti pensare al rigore parato a Dybala durante la sfida contro la Juventus di campionato o quella su Chiesa contro la Fiorentina, che ha permesso alla Lazio di raggiungere la semifinale di Coppa Italia.

Non prende 6 milioni l’anno, ma Thomas Strakosha, nella speciale classifica dei giovani portieri europei, si trova al primo posto come numero di parate totali effettuate in questa stagione (67) contro le 45 di Gigio Donnarumma che in questa classifica si trova al 5° posto. Sul podio invece ci sono Alban Lafont, portiere diciottenne del Tolosa con 62 e Bingourou Kamara dello Strasburgo con 49. Thomas è quindi il miglior giovane portiere in Europa, tenendo in considerazione i maggiori campionati del nostro continente. Una soddisfazione enorme sia per il giocatore che per la Lazio, riuscita a far crescere dentro le proprie mura un campione del genere.
TOP TEN EUROPEA
Come si posiziona Strakosha nella classifica di tutti i portieri europei per parate a partita? In media fa più parate di David De Gea del Manchester United, oppure di Ter Stegen del Barcellona o Burki del Borussia Dortmund. Insomma, le parate dell’albanese sono superiori a quelle di molti portieri europei, dal momento che si trova in questa classifica al decimo posto con una media di 3,9 parate a partita in 17 match giocati in Serie A e con 1530 minuti sulle spalle.
PLAYMAKER
Tra i giovani portieri, Strakosha è davanti a Donnarumma anche per quanto riguarda i passaggi totali medi eseguiti a partita: 28,4 contro i 26,9 del milanista. E nelle classifiche con “i grandi”? Nella classifica dei passaggi totali a partita, si trova davanti ad Allisson della Roma (27,6), Courtois del Chelsea (27,2), De Gea del Manchester United (26,7) e Pepe Reina del Napoli (26,5). Insomma il ventiduenne si fa rispettare anche con chi ha più anni sulle spalle, più esperienza: il pallone gira spesso nella sua area e tra i suoi piedi ed anche se a volte fa spaventare il tifoso laziale (ricordiamoci la partita contro la Juventus, dove solo il fato ha deciso che Higuain non dovesse segnare), è importante come l’albanese sia al centro del gioco della squadra di Inzaghi.
Ebbene sì, Thomas Strakosha completa più passaggi lunghi a partita rispetto a De Gea, portiere del Manchester United ed allenato da Mourinho. Le statistiche parlano chiaro: 8,5 per il laziale, 8 per l’inglese. Senza contare che la media è ancora una volta più alta di quella del romanista Alisson, fermo a 7,7 oppure di Donnarumma a 6,1. Ma il giovane albanese in questa classifica è davanti anche a Ter Stegen del Barcellona o Petr Cech dell’Arsenal. Oltre alle parate Strakosha abbina anche una buona dose di precisione nei piedi, con lanci lunghi che spesso arrivano sulla testa di Milinkovic-Savic e conducono ad azioni pericolose.
MIGLIOR UNDICI STAGIONALE
Non poteva mancare il riconoscimento all’interno della nostra Lega nazionale. Secondo le statistiche effettuate dal sito whoscored.com, attualmente Thomas Strakosha è ritenuto il miglior portiere della Serie A. Nel miglior undici per statistiche il portiere albanese ha il maggior rating, 7,0, ed è stato messo titolare insieme a Luis Alberto e Ciro Immobile. La Lazio è quindi ben rappresentata in tre ruoli, ma a parte i giusti meriti agli attaccanti per la stagione che stanno attraversando, molti applausi e ringraziamenti vanno proprio a questo portiere, che nel 2017 ha dato il meglio di sé riuscendo ad esordire nella sua nazionale e ripercorrere le orme di suo padre Foto, famoso portiere albanese.
 
 

K2_SOCIAL_SHARING