• Home

Tutta la delusione del portiere...

Parla il portiere della Fiorentina: "Non ero un fuoriclasse prima, non sono diventato scarso adesso".

La prima parte di stagione da vice Berisha all’Atalanta, la seconda alla Fiorentina alle spalle di Tatarusanu. Non è stata un'annata facile per Marco Sportiello, che ha collezionato appena dieci presenze in Serie A.

Il portiere, da gennaio di proprietà della Fiorentina, è ora in cerca di riscatto per il futuro. "Non ero un fuoriclasse prima, non sono diventato scarso adesso – ha dichiarato lo stesso portiere a La Gazzetta dello Sport - Mi lascio alle spalle un anno pesante. L’Atalanta ha fatto scelte diverse. Le ho accettate anche se non è stato facile. Poi, è arrivata l’offerta della Fiorentina e sono tornato a sorridere. Non è stato semplice per la mia famiglia sopportarmi in questo periodo nero. Ogni allenatore è diverso. Ha le sue idee e quindi ti devi adattare. Per un portiere tra l’altro è tutto più complicato. Se sei il secondo, non giochi mai. Purtroppo momenti così possono capitare nella carriera di un calciatore. Sapevo che a Firenze c’era Tatarusanu. Non si cambiano le gerarchie durante il campionato ma io dovevo cambiare aria. A Bergamo non ci volevo e non ci potevo più stare. Questi mesi mi sono serviti per integrarmi nel gruppo e per conoscere Firenze".

 

Condividi questo articolo