• Home

Visite mediche al Genoa...

Perin saluta il Genoa dopo dieci anni, lo aspetta la Juventus. L’erede dell’Airone è Federico Marchetti, portiere di trentacinque anni inattivo dal gennaio 2017. L’ex numero uno della Lazio, finito fuori rosa per un concorso di motivi, è spinto dalla voglia di tornare ai livelli che gli competono. Le motivazioni non mancheranno a Marchetti poiché ha deciso d’imbattersi in una sfida affascinante e stimolante. I principali dubbi sull’estremo difensore di Bassano del Grappa sono legati alla tempistica per vederlo a pieno regime: le amichevoli estive – seppur contro avversari come il Norimberga, neopromosso in Bundesliga – appaiono insufficienti. I primi giorni di ritiro a Neustift elimineranno ogni ragionevole dubbio.
Marchetti è stato protagonista ovunque è andato. Dall’ascesa al Cagliari fino all’apogeo raggiunto con la Lazio, senza dimenticare la necessitata fiducia di Lippi e Buffon ottenuta nel mondiale in Sud Africa. Dal punto di vista dell’esperienza Marchetti (il terzo portiere più anziano del prossimo campionato, dopo Sorrentino e Reina) è il profilo giusto per il Genoa. Dall’alto delle sue duecentocinquanta e più gare in Serie A Perinetti ha regalato a Ballardini un numero uno che non avrà problemi a guidare la linea difensiva.
Il Grifone crede in Marchetti tanto da avergli fatto firmare un contratto biennale con opzione per il terzo. Proiezione trentotto, gli anni che avrà nel 2021. Durante il periodo fuori rosa Federico ha continunato a fare il professionista, allenandosi duramente da solo assieme a un preparatore della Lazio. É asciutto e tonico, sicuramente non ci vorranno troppe settimane per tirarlo a lucido. Il Genoa, nel mentre, lavorerà per non sbagliare il secondo portiere. Devono trovare una definitiva soluzione le posizoni di Lamanna (scadenza 2019, quindi rinnovo o cessione) e di Zima, nonché la futura gerarchia dei portieri. Intanto è già iniziato il dopo Perin: Federico Marchetti è l’erede dell’Airone.

K2_SOCIAL_SHARING