• Home

Il portiere della Spal, rientrato ad Udine e attualmente in cerca di una sistemanzione tra le squadre di Serie A, chiede di giocare con continuità 

Alex Meret è uno di quei giocatori che ha su di se le attenzioni di molti. La sua passata stagione in cadetteria con la maglia della SPAL, che poi ha raggiunto la promozione nella massima serie, ha fatto si che il portiere si mettesse particolarmente in evidenza, attirando in particolare le attenzioni di Juventus e Napoli.
Il calciatore in questo momento è tornato alla base, all’Udinese, ma sembra deciso il suo futuro lontano dalla formazione friulana. A confermarlo anche il responsabile dello scouting della stessa società bianconera Andrea Carnevale, che ha spiegato: “Meret è forte, chi lo prende fa un affare straordinario“.
L’ex attaccante ha poi aggiunto: “Io oggi faccio il capo scout dell’Udinese e gli consiglio di fare un anno in Serie A da titolare perché ha un’età particolare. Abbiamo l’esempio di Scuffet, che è rimasto un anno in panchina e s’è fermato. E’ chiaro che se Meret dovesse fare la panchina ovunque fermerebbe la sua crescita. Per me deve fare il titolare, diventerà più forte di Handanovic“.

Intervistato da TMW, il ds dell’Udinese Manuel Gerolin ha invece analizzato diversamente il futuro del giovane Alex Meret, portiere ambito da Napoli e Juventus: “È un nostro giocatore. Partirà in ritiro. Vedremo in base alle sue e alle nostre esigenze", ha assicurato il dirigente friulano.

Il portiere dal canto suo ha le idee ben precise e infatti ha dichiarato: “Napoli? Questo non lo so, a me non è stato detto nulla. Vedremo. L’obiettivo personale è quello di giocare con continuità, adesso vedremo dove. Probabilmente anche alla Spal, perchè è stata una piazza che mi ha dato tanto e sarebbe un piacere tornarci”.

Intanto la Spal si è ha trovato l’accordo con il Torino per Alfred Gomis, portiere classe 1993 senegalese di nascita ma dotato di passaporto italiano. L’estremo difensore arriva a titolo definitivo dal Torino, club nel quale è cresciuto, senza però disputare nemmeno una partita con la maglia granata.

Condividi questo articolo