• Home

E' iniziato al Milan il toto-portiere. Dopo il probabile addio di Donnarumma in molti sono i candidati al ruolo di portiere in casa del diavolo.

"Confidavamo molto che Gigio Donnarumma fosse il portiere del nuovo Milan e il pilastro su cui costruire, dobbiamo un pò rivedere le nostre valutazioni di tipo tecnico, avevamo fatto qualche ragionamento, siamo confidenti comunque di fare il meglio. Andiamo avanti e il Milan va avanti".  Con queste parole l'amministratore delegato del club rossonero Marco Fassone ha aperto ufficialmente la caccia al nuovo numero 1 del Milan , al portiere che rappresenterà il dopo-Donnarumma.
Una missione non semplice per la dirigenza, che si trova ora a valutare un ampio ventaglio di alternative. Ma che tipo di portiere dovrebbe cercare il Milan? Tra presente e futuro, ecco gli scenari possibili.
Sostituire Donnarumma con un portiere già pronto,  di livello internazionale, che possa garantire una continuità anche a medio-lungo termine: identikit che sembra portare a Wojciech Szczesny , che dopo i due anni trascorsi in prestito a Roma si prepara a lasciare l'Arsenal a titolo definitivo. Sul polacco però è in netto vantaggio la Juventus , che ha individuato in lui l'erede di Gigi Buffon: al momento però c'è ancora distanza tra la domanda del club londinese e l'offerta dei bianconeri, sempre vigili anche sul fronte Donnarumma. Szczesny conosce già la Serie A, ha dimostrato di essere cresciuto tanto in questi anni in Italia tanto che lo stesso Buffon lo ha definito "il miglior portiere della scorsa stagione". Tra i contro le richieste d'ingaggio del polacco, che con la Juventus ha trovato un accordo di massima sui 4 milioni di euro a stagione.
Altro nome che potrebbe spingere il Milan a un investimento importante è quello di Bernd Leno , 25enne estremo difensore del Bayer Leverkusen con un passato da 'nuovo Neuer'. Leno non ha raggiunto i livelli del fenomeno del Bayern ma è sicuramente un portiere di altissimo profilo, con alle spalle anche cinque edizioni della Champions League. Sembra destinato a lasciare il Leverkusen, dopo una stagione avara di soddisfazioni, ma il club tedesco chiede almeno 18-20 milioni di euro. Sul giocatore c'è anche il Napoli.
Ma qualche nome importante potrebbe anche spuntare in caso di trattative per la cessione immediata di Donnarumma: facile pensare a Keylor Navas , molto considerato però da Zidane e nello spogliatoio del Real Madrid, ma anche a Kevin Trapp , in uscita dal PSG. (goal.com)
 
Nelle ultime ore sempre più concreta l'ipotesi di un arrivo a Milano di Mattia Perin.
Crescono sempre più le quotazioni di Mattia Perin. Il portiere classe ’92 sembra aver recuperato bene dal secondo infortunio al legamento crociato ma, nel caso, il Milan potrebbe procedere ad ulteriori controlli preventivi per verificarne lo stato fisico. C'è l'offerta rossonera: 7 milioni più tanti bonus legati alle presenze, anche  se il Genoa chiede 10 più altri 5 di bonus. L'accordo, quindi, si potrebbe trovare a 8 milioni fissi più altri 7 ulteriori, legati a 10, 20 e 30 presenze. Insomma, più Perin gioca e più viene pagato. Contatti continui con Alessandro Lucci, che sta cercando di unire le parti al fine di trovare la fumata bianca. Intanto,  ci sono sia l’approvazione di Montella ch quella del direttore sportivo Massimo Mirabelli, che lo voleva già all’Inter. Sarebbe per il Milan una scelta utile per il presente ma soprattutto per il futuro, anche una sorta sfida con Donnarumma per il ruolo di erede di Buffon in Nazionale.
 

 

K2_SOCIAL_SHARING