• Home

Il portiere del City peggior portiere della Premier League, e ora l'ex portiere Shay Given, rimpiange Joe Hart, forse scartato troppo in fretta.

Claudio di nome, Bravo di cognome. E di certo non è l’aggettivo che si può usare in questo periodo per il portiere cileno. Voluto fortemente da Pep Guardiola al Manchester City, sta attraversando (insieme a tutta la squadra) un momento nero. Ora è finito, insieme al tecnico spagnolo, sul tavolo degli imputati.
Claudio Bravo ha lasciato il Barcellona in estate per accasarsi al Manchester City alla modica cifra di circa 20 milioni di euro. Via Joe Hart, che non rientra nei piani di Pep: serve un portiere bravo con i piedi e adatto al modello di calcio in testa al tecnico ex Bayern. Ora però la scelta non sta pagando
Secondo i dati Opta, Bravo fin qui ha subito 22 tiri in porta di cui 14 sono diventati gol. Le 4 reti incassate contro l'Everton di certo non fanno bene. Numeri che lo inchiodano: è il peggior portiere della Premier League. E non sarebbe la prima volta che viene preso di mira.
I media inglesi ci vanno giù duro sul progetto dei Citizens targato Guardiola. La squadra, quinta in Premier League lontana 10 punti dal Chelsea in testa, non decolla. E Bravo - visto come un flop - è uno voluto fortemente da Pep. Shay Given, ex portiere del City ora allo Stoke, ai microfoni di TalkSport non ha dubbi:

"Hart è stato trattato malamente a inizio stagione, ma è ancora di proprietà del club, è ancora un giocatore del Manchester City. Yaya Toure, per i primi tre o quattro mesi, non stava rendendo al massimo. Guardiola ci ha lavorato ed è riuscito a cambiarlo. Non può fare lo stesso con Joe? Speriamo lo riportino a casa già a gennaio per puntare su di lui".

Tempi duri. Bravo dovrà recuperare fiducia, Guardiola ne dovrà dare. E chissà se Hart intanto aspetta una chiamata...

K2_SOCIAL_SHARING