• Home

Modesto il portiere polacco che davanti al suo club ammette che deve ancora crescere perchè per sostituire Buffon ci serve un portiere fuoriclasse

Se tutto va come previsto, il portiere titolare della Juventus per la prossima stagione sarà il polacco Szczesny.
L’ex Roma è stato intervistato da ‘La Repubblica’ parlando di vari argomenti: “Quello che sono non basta ancora. Una squadra come la Juve deve avere uno dei portieri più forti al mondo. Non dico di non esserlo, ma devo alzare il mio livello. Fare il suo secondo – parlando di Buffon – è una esperienza di vita: ero ragazzino quando lui diventava campione del mondo. Quando lo vedi nello spogliatoio, vedi veramente un leader. Quando ho fatto questa scelta non ho pensato a cosa sarei stato nel 2018, ma a cosa sarò nei prossimi dieci anni”.
Sul suo futuro post-calcio: “A Londra ero molto giovane e non avevo i soldi perpagarmi un architetto, arredai casa da solo e mi entusiasmai. Ora compro almeno una casa all’anno, a Londra o a Varsavia, e ne studio ristrutturazione e arredamento. Ho un’applicazione che lavora in 3D, in Polonia ho preso un architetto a collaborare con me”.
Sul suo passato tra Arsenal e Roma: “Diventai tifoso dell’Arsenal da bambino vedendo Henry giocare. Pensavo che avrei passato tutta la vita lì. A Roma non ho imparato una parola di italiano. Solo quando ho capito che l’Arsenal non mi avrebbe ripreso mi sono messo a imparare la vostra lingua. La mia prima parola in italiano l’ho pronunciata nove mesi fa”.

K2_SOCIAL_SHARING