logo 2018 rev2 def

Ancora problemi per Neuer. Ora rischia 3 mesi di stop 

05.02.2019

Preoccupano le condizioni del portiere del Bayern che accusa dolori al dito e potrebbe restare fermo per alcuni mesi


Sembra che il Bayern Monaco si stia apprestando ad un’operazione di ringiovanimento della rosa. In estate scadranno i contratti di Robben e Ribery, che del club hanno fatto le grandi fortune recenti. Molti altri giocatori hanno superato i trent’anni e, sebbene siano ancora molto affidabili, si vocifera che alcuni di loro possano cambiare aria. Uno che fino a poco tempo fa non era in discussione era Manuel Neuer. Da una parte perché, in genere, un portiere ha molta facilità ad essere calcisticamente più longevo di altri giocatori ma, da un altro punto di vista, lui è uno dei giocatori maggiormente rappresentativi dei bavaresi. Ora però rischia l’estremo difensore tre mesi di stop in seguito all’ennesimo infortunio e il Bayern comincia a farsi venire qualche dubbio a causa del… pollice dello sciatore.
IL PEGGIOR SCENARIO – È questo di cui si parla in Germania. Il cosiddetto ‘pollice dello sciatore’ altro non è che, manuale medico alla mano, la rottura del legamento collaterale del pollice. La testata tedesca Sportbild si lancia in un’ipotesi non troppo azzardata: se il legamento dovesse essere seriamente compromesso, il portiere rischierebbe di rimanere fermo per un periodo di tempo stimato attorno ai tre mesi. E il Bayern potrebbe non vivere la situazione con molta serenità, visto che nell’ultima partita, il suo sostituto Ulreich ha preso tre gol dal Leverkusen.

PRONOSTICI E PAURE – Lo stesso Sven Ulreich ha dichiarato: “Il suo pollice è davvero gonfio ma in uno o due giorni le cose potrebbero essere diverse e Manuel potrebbe tornare in campo. Certo, sono contento di poter tornare a giocare, però è stata una pessima notizia per Neuer”. Forse, le previsioni del compagno di squadra, se di pollice dello sciatore si dovesse davvero trattare, potrebbero essere un po’ troppo ottimistiche. Il club monitora la situazione con estrema attenzione e, secondo quanto riporta El Mundo Deportivo, domenica scorsa il portiere si sarebbe sottoposto a dei test e i risultati sono attesi in settimana. Di certo c’è bisogno di prudenza in questi casi ma pare che il portiere della nazionale tedesca non ne stia adoperando molta, dato che si è allenato con un tutore di plastica attorno al pollice. Paura di perdere definitivamente il posto? Chissà. Anche perchè in nazionale c’è Ter Stegen che…non vede l’ora che ciò accada! (ilposticipo.it)


Condividi