logo 2018 rev2 def

Lunin, scartato dal Real, oggi è il miglior Portiere del Mondiale 

16.06.2019

Lunin miglior Portiere del Mondiale Under 20


Dopo una stagione sfortunata ha vinto il Mondiale di categoria con l'Ucraina e ora i Blancos lo rivogliono alla base. Decisa la rinuncia a Navas, sarà il secondo di Courtois.

 

Un anno fa, all'inizio di luglio, c'era Andrij Lunin nei panni di Eden Hazard. Nel senso che il ragazzo era stato acquistato dal Real Madrid e il club blanco gli aveva organizzato una presentazione con i fiocchi, appena di poco inferiore a quella che ha fatto da cassa di risonanza all'acquisto recente del fantasista belga.

Difficile immaginare che cosa possa essere passato nella testa di questo ragazzone, allora solo 19enne, appena arrivato da Krasnograd nel vedersi accolto con tanti onori. Pareva il portiere del futuro - il Real aveva sborsato 8,5 milioni, più bonus, per prelevarlo dallo Zorya Luhansk - solo momentaneamente tenuto lì a fare il secondo a Keylor Navas o, chissà, a Courtois se mai fosse arrivato.

E in effetti poco prima di Ferragosto il belga si liberò dal Chelsea e per lui Florentino fece preparare il vitello più grasso. Lunin cominciò a capire che qualcosa per lui non stava andando nel verso migliore e, quando Keylor si impuntò, non gli rimase che accettare di andarsene per fare esperienza. Per quel che ne sapeva lui, il Leganes valeva quanto qualunque altro club, andava benissimo.
Peccato che al Leganes ci fosse un tecnico che stravedeva per un portiere di 35 anni, una situazione che Andrii non si aspettava certo, e con lui nemmeno il Real che se l'è legata al dito: Mauricio Pellegrino aveva fiducia solo in José Cuellar e al ragazzone venuto da Krasnodar ha riservato solo le briciole: 5 presenze in Liga, solo 4 da 90 minuti e 2 in Copa del Rey, 7 gol subiti e 3 clean sheet complessivamente. Non proprio quello che sognava un anno fa di questi tempi, insomma. Ma se è vero che il destino con una mano prende e con l'altra dà, ecco che proprio in queste settimane, Lunin ha avuto un'occasione d'oro per prendersi una bella rivincita.

Lui che è coetaneo di Gigi Donnarumma, come l'azzurro è portiere della Nazionale maggiore ma ancora in età per un paio di giovanili. E siccome in Polonia c'erano in programma i Mondiali Under 20, al suo Paese hanno pensato bene di puntare forte su di lui.
E Andrij li ha ripagati di moneta sonante: soprattutto quando il gioco si è fatto più duro, semifinale e finale, lui è salito in cattedra. Fondamentale per passare il turno contro l'Italia, determinante per la vittoria con i coreani, Lunin è stato votato e premiato quale miglior portiere del Mondiale Under 20.

Lui ha ringraziato, ma quello che gli ha fatto più piacere è stata la chiamata avuta finalmente dalla Spagna. Il Real Madrid lo rivuole e stavolta per assegnargli il ruolo di secondo di Courtois, Navas dovrà farsene una ragione e sarà aiutato a trovarsi una destinazione di suo gradimento, mentre anche Luca Zidane potrebbe essere ceduto. Il futuro comincia adesso.


Condividi