logo 2018 rev2 def

L'incredibile storia di Denis Franchi. Dalla Promozione al PSG 

25.07.2019

Il giovane portiere del Prata Falchi (Promozione) ha superato le visite mediche e ha firmato un triennale con il Paris Saint Germain..


Dal nulla al Paradiso. Per Denis Franchi si è avverato un sogno ad occhi aperti in questa prima parte di calciomercato e la storia più sorprendente delle trattative 2019-2020 è da attribuire proprio al trasferimento del giovane portiere italiano. Che dalla Promozione è passato direttamente al firmamento del Paris Saint Germain in un colpo solo. Anche merito di Leonardo, neo ds dei francesi che ha valutato il numero 1 del Prata degno di vestire la maglia dei campioni di Francia che giocheranno la Champions League.

Un ‘operazione sotto traccia, di quelle senza clamori, come tantissime vengono fatte in giro per l'Europa, tra club che acquistano o vendono calciatori di seconda e terza fascia, senza il clamore delle prime pagine. Ma per Franchi la prima pagina è doverosa, perchè il suo trasferimento rispecchia in modo concreto il classico "se ci credi, puoi". Il ‘sogno italiano', di chi si dedica in tutto e per tutto sulle proprie capacità e alla fine riesce a emergere, sfruttando anche il classico colpo di fortuna.
Triennale fino al 2022

L'operazione è divenuta ufficiale nel pomeriggio del 19 luglio, giorno in cui la storia dell'ASD Prata Falchi Visinale grazie al tesserato Denis Franchi è entrata di diritto tra le cronache del calciomercato che conta. Per il giovane portiere, infatti, si sono aperte le porte del Paris Saint-Germain: visite mediche di rito e poi contratto triennale, fino al 2022.

La trattativa in realtà era iniziata già lo scorso inverno quando Franchi era finito sotto la lente d'ingrandimento degli osservatori del PSG: sei mesi di ulteriore verifica fino alla chiamata di questi giorni con contratto e nuova avventura. Venendo incontro alle esigenze di tutti: dei genitori del ragazzo diciannovenne che erano titubanti per un cambiamento così radicale e dell'Udinese che ne detiene il cartellino.

Chi è Denis Franchi, portiere prodigio

Chi segue il calcio minore però sa benissimo che Denis Franchi è tutt'altro che una meteora vagante. Al Prata Falchi si è affermato come uno dei migliori del campionato giovanile, tanto da ricevere la chiamata dell'Udinese. Con la squadra bianconera si è messo in mostra soprattutto al Memorial Sassi, nel quale è stato premiato come miglior portiere della competizione. (fonte:calciofanpage)

 

E' Paolo Tonus, dg del Prata Falchi, a raccontare qualche dettaglio in più sull'incredibile operazione che ha visto approdare al Psg il sedicenne portiere del club pordenone Denis Franchi: "Abbiamo vinto questa sfida in maniera completa, e questo giorno sarà indimenticabile per il ragazzo, per la famiglia, ma anche per tutti noi. L'operazione è partita sotto Natale grazie alla mia collaborazione con il Bilbao in Spagna; da lì si è messo in moto il meccanismo, e un ruolo fondamentale lo ha avuto il nostro Luca Zanette e la sua "base" all'estero; ha inviato informazioni sul ragazzo, video e quant'altro, accendendo l'interesse del Paris Saint Germain, che ha preso a seguire Denis in maniera costante. Il tutto è stato ulteriormente accelerato dopo il torneo disputato dal ragazzo a Nantes un mese fa".
Non nasconde la complessità dell'operazione Tonus, che all'estero aveva già portato altri tre giocatori nell'arco di 6-7 stagioni: "C'era il prestito all'Udinese, c'erano i genitori che giustamente volevano essere messi nelle migliori condizioni possibili per condividere una scelta così importante, c'erano aspetti formali e sostanziali che andavano curati nei minimi dettagli, e in questo le competenze di Zanette e dell'avvocato Luca Violo sono state particolarmente preziose. Il presidente Cigana ci ha sostenuto, l'Udinese va ringraziata per il buon lavoro svolto nell'arco di due stagioni, insomma, tutti i tasselli del mosaico sono andati al loro posto e ieri a Parigi Denis ha firmato il contratto e scritto, credo, una pagina di storia calcistica perché è il primo straniero così giovane che sbarca al Psg, una società incredibile sotto molteplici aspetti, a cominciare da quelli organizzativi. Si ricorda il mezzo secolo dallo sbarco sulla Luna, e ieri a noi è sembrato proprio di essere atterrati su un altro pianeta...".

 


Condividi