logo 2018 rev2 def

Lite Neuer-Ter Stegen; il Bayern minaccia la Nazionale tedesca 

27.09.2019

Incredibile in Germania, il Bayern Monaco attacca la Nazionale per tutelare Neuer


 Da tempo nota la "lotta" per il posto da titolare nella Nazionale tedesca tra l'attuale portiere del Bayern Monaco, Neuer e quello del barcellona Ter Stegen. Entrambi reclamano una maglia da titolare e ultimamente il dibattito tra i due si è fatto più acceso. In merito a questo, si è pronunciato, in modo pesante anche il Presidente del club bavarese al quale il quotidiano Il Corriere della Sera ha dedicato il seguente articolo:

Ha parlato senza riflettere, salvo poi pentirsene (ma non smentire) e costringere il club a intervenire per smorzare i toni. Protagonista del passo indietro più o meno obbligato è stato il presidente del Bayern Monaco, Uli Hoeness, che la scorsa settimana aveva minacciato una sorta di boicottaggio del club bavarese nei confronti della Nazionale tedesca, nel caso in cui il c.t. Joachim Löw avesse silurato il 33enne portiere del Bayern, il 33enne Manuel Neuer (che è anche capitano della Germania) per far posto al 27enne del Barcellona Marc-André Ter Stegen, che si era lamentato per la scarsa considerazione di cui godeva in patria e chiedeva di avere più spazio. «Non accetteremo mai che ci sia un cambio della guardia - aveva infatti tuonato Hoeness sulla Bild - e prima che ciò possa accadere, non metteremo più nessuno dei nostri internazionali a disposizione della selezione tedesca».

Dichiarazioni pesanti, che il Bayern si è premurato di rettificare in una nota ufficiale diffusa da Der Spiegel. «Dopo la partita con la Stella Rossa, Hoeness ha fatto delle dichiarazioni sul ruolo di portiere della Nazionale tedesca che oggi, a distanza di giorni, non tornerebbe a fare. Per lui il tema è chiuso e non ci saranno altre dichiarazioni».

Considerato per anni uno dei migliori portieri del mondo, di recente Neuer ha conosciuto un periodo di appannamento, complice anche un grave infortunio, mentre Ter Stegen è indicato da più parti come la stella in ascesa. Ma guai a farlo notare al vulcanico presidente dei bavaresi, secondo il quale il numero uno del Barcellona «non ha alcun diritto di giocare in Nazionale e Löw dovrebbe metterlo in un angolo e dirgli chiaramente che non funziona così».

Fatto salvo che il regolamento Fifa stabilisce pesanti sanzioni nei confronti dei club che si rifiutano di mettere a disposizione i loro internazionali, se il Bayern tenesse realmente fede alla minaccia di Hoeness, Löw perderebbe cinque pedine importanti (ovvero Neuer, il difensore Niklas Süle, i centrocampisti Joshua Kimmich e Leon Goretzka e l'attaccante Serge Gnabry) 


Condividi