Pallone d'Oro: va ad Alisson il premio Jashin. Ma scoppia la polemica! 

03.12.2019

Secondo Ter Stegen e Ederson, ma già nascono le prime polemiche....


Va al brasiliano Alisson Becker la prima edizione del Trofeo Jashin, istituito dalla rivista France Fotball, e conferito in concomitanza con l'assegnazione del Pallone d'Oro. Il portiere del Liverpool ha preceduto nell'ordine, il tedesco Ter Stegen e il connazionale Ederson. Il Pallone d'oro per il 2019 è stato invece assegnato a Lionel Messi.

Ma a monte di questo premio già ci sono polemiche; qualcuno degli addetti ai lavori storce il naso di fronte a un trofeo che sembra nato per escludere definitivamente il ruolo di portieri nella lotta al Pallone d'Oro. Forse perchè in questo anno, come del resto anche in altre occasioni in passato, a meritarlo era sicuramente Alisson, visto che è stato il protagonista con la maglia del Liverpool della vittoria del Campionato inglese e soprattutto della Champions League. Lui, prima di tutti, era il giocatore che avrebbe meritato il Pallone d'Oro, così come Neuer qualche anno fà o Buffon nel 2006. Tutti portieri che hanno solo sfiorato la vittoria senza mai aver avuto la soddisfazione di essere riconosciuti come migliori giocatori dell'anno. 
Il Pallone d'Oro ha da sempre favorito gli attaccanti o centrocampisti, a discapito dei portieri che nonostante magnifiche stagioni, sono sempre stati meno considerati. E, istituire un premio per soli portieri è forse stato l'escamotage che ha permesso, e permetterà in futuro, di mettere a tacere tutti i sostenitori di questo affascinante ruolo. Le votazioni del premio Jashin hanno fatto sì che poi i voti realmente assegnati al portiere del Liverpool per il Pallone d'Oro, fossero molti di meno facendolo scivolare così addirittura al settimo posto dietro a Messi, Mbappè, Cristiano Ronaldo e ben 3 suoi compagni del Liverpool. Davvero poco se pensiamo a quanto decisivo sia stato il brasiliano nella stagione. In questo modo, da oggi in poi, si rischia di precludere le chances di vincere a tutti i Numeri Uno. Ma se Jashin ce l'ha fatta, allora qualcun altro avrebbe potuto meritarlo.
Se non è così, allora che senso ha istituire un trofeo per soli portieri, parallelamente al pallone d'Oro, e che porta il nome di un portiere che ha vinto il Pallone d'Oro?


Condividi





Scan this QR Code to read this content on the web