logo 2018 rev2 def

Regole, si cambia ancora. Portieri occhio al cartellino! 

10.04.2020

Nuove regole nl calcio per la prosima Stagione. Riguarderanno anche i portieri


L’Ifab (International Football Association Board), ovvero l’organo che stabilisce le regole del calcio, ha pubblicato alcune modifiche del regolamento che entreranno in vigore dall’1 giugno 2020. Per chi ha già cominciato la stagione 2019-20, le nuove direttive entreranno in vigore a partire dalla prossima stagione. In realtà, le nuove regole potrebbero essere adottate anche alla ripresa dei campionati dopo la fine della pandemia Coronavirus senza aspettare l’inizio dell’annata 2020-2021. Sono le due opzioni per le federazioni che fanno parte della Fifa.

 

Questi sono i cambiamenti più significativi che possono riguardare i portieri:

 

1)Per quanto riguarda i calci di rigore, se il portiere commette un’infrazione su un calcio di rigore (cioè si muove prima), ma la palla non entra in porta o rimbalza sui pali o sulla traversa, il rigore non sarà ribattuto a meno che l’infrazione del portiere non abbia chiaramente influenzato il tiratore. Se invece il portiere viene richiamato e il tiro viene ripetuto, il portiere stesso verrà avvertito una volta per la prima infrazione e verrà sanzionato (cartellino giallo) in caso di successiva altra infrazione.

 

2) Per quanto riguarda i falli di mano, quello accidentale di un giocatore in attacco sarà penalizzato soltanto nel caso in cui «immediatamente» si traduca in un gol o in un’ovvia opportunità per il giocatore e/o la sua squadra di segnare un gol: ad esempio se, dopo il fallo di mano, la palla viaggia solo per breve distanza o ci sono pochissimi passaggi. Al fine di determinare chiaramente il fallo di mano, il limite del braccio è stabilito nel punto della parte esterna all’altezza della fine dell’ascella.

 

3) Il fallo di mano volontario da parte di un difensore sarà considerato come un’azione volontaria ai fini del fuorigioco. Nel caso in cui il portiere giochi la palla in modo irregolare una seconda volta dopo aver ripreso il gioco, cioè prima che un altro giocatore la tocchi, verrà applicata la sanzione disciplinare corrispondente, anche se ha toccato la palla la seconda volta con il braccio o la mano. Se l’arbitro consente l’esecuzione di un calcio di punizione rapido o concede un vantaggio dopo la commissione di un’infrazione che interferisce con un attacco pericoloso o finisce per evitarlo, non verrà mostrato alcun cartellino giallo. Un giocatore che non rispetta la distanza obbligatoria di 4 metri nel caso di una rimessa dell’arbitro verrà sanzionato con un cartellino giallo. Se in un calcio di punizione o rimessa dal fondo, il portiere alza la palla verso un compagno di squadra, e questo gli viene restituito con la testa o il petto affinché il portiere stesso lo raccolga, il calcio verrà ripetuto, ma l’azione non avrà una sanzione se non nel caso in cui l’infrazione non sia stata ripetuta.

 

4) I cartellini gialli mostrati durante la partita, inclusi i supplementari, non saranno presi in considerazione nella sequenza degli eventuali calci di rigore. Se vengono mostrati due cartellini gialli allo stesso giocatore, uno durante la partita (120’) e l’altro nella sequenza dei rigori, appariranno nel referto dell’arbitro come due cartellini e non come espulsione. Nel caso in cui il portiere e il tiratore commettano contemporaneamente una infrazione, a venire penalizzato sarà il tiratore.

 

 

 

(fonte notizia: il Corriere della Sera)


Condividi