logo 2018 rev2 def

Abbiati unico neo della difesa juventina 

15.09.2005

Nella Juve che, dopo la prova di forza di Empoli, si è ripetuta in Europa mettendo alle corde il Bruges, c'è un punto debole. Si chiama Christian Abbiati. Il portiere, arrivato in prestito dal Milan per sostituire l'infortunato Buffon, ha causato più di un brivido nella notte Champions juventina. Prima ciccando un'uscita sul corner di Balaban, poi ripetendo l'errore in occasione della rete belga di Yulu Matondo.
Errore. Riferimento a collegamento ipertestuale non valido.Errore. Riferimento a collegamento ipertestuale non valido.
Non è bastata una Juve schiacciasassi, che ha messo lì il Bruges, collezionando una serie infinita di palle gol, per arrivare al 90' in tranquillità. A mettere lo zampino, in una serata altrimenti perfetta, ci ha pensato Christian Abbiati, cui non è riuscita l'impresa di non far rimpiangere Buffon. Anzi, se il portiere ereditato dal Milan è quello visto mercoledì sera in terra belga, c'è da giurare che il count-down dei tifosi al rientro del portierone azzurro è già iniziato. Emozionato, confuso e impreciso, Abbiati è andato nel pallone nelle pochissime occasioni in cui gli avversari lo hanno chiamato in causa. Due uscite clamorosamente sbagliate (una delle quali è costata la rete del Bruges) hanno messo in apprensione la retroguardia bianconera. La sufficienza è ben lontana e, se lo standard di rendimento resterà questo, Capello non potrà dormire sonni troppi tranquilli.
Abbiati tallone d'Achille, dunque, di una Juve per il resto perfetta. Una Juve che festeggia il traguardo storico dei 100 gol di Trezeguet, una Juve che sfoggia un Ibrahimovic spaventoso, una Juve che ritrova un Nedved decisivo. Dopo Empoli, un'altra dimostrazione di forza da parte dei bianconeri, che hanno confermato l'impressione di "macchina" inarrestabile e perfettamennte rodata già destata nelle uscite precedenti. Anche la difesa, in piena emergenza per i forfait di Thuram, Zebina, Birindelli e Pessotto, ha tenuto bene. Blasi, inventato da Capello terzino destro, ha convinto, con una prestazione soddisfacente, coprendo la fascia e dimostrandosi anche buon propulsore in fase offensiva. Esperimento riuscito, insomma, con il tecnico di Pieris che, ritrovandosi un'alternativa in più dietro, può sorridere. Abbiati permettendo...


Condividi