logo 2018 rev2 def

Siviglia, scatta l'ora di Morgan De Sanctis 

11.12.2007

Voleva lottare per affermarsi anche altrove Morgan De Sanctis. Essere protagonista indiscusso di una partita decisiva della Champions League, lontano da Udine, dove è arrivato al punto di essere ritenuto uno dei migliori portieri italiani.

Ora, con l'infortunio di Palop che terrà fuori il portiere titolare del Siviglia per diverso tempo, il portiere abruzzese avrà una grandissima occasione. Già domani, nel match che assegnerà il primo posto del girone H di Champions, l'ex bianconero difenderà i pali della squadra andalusa dopo diverso tempo trascorso in panchina, meditando sulla oramai famosa scelta di utilizzare la norma della rescissione unilaterale del contratto.

"Ho giocato piu di duecento partite in serie A - ha detto De Sanctis - parato in Champions, Coppa Uefa, in nazionale. Ho grande fiducia nei miei mezzi, ma soprattutto in quelli della squadra, dei miei compagni.

Aver vissuto tutto questo tempo in panchina mi ha aiutato, mi ha consentito di conoscere la lingua spagnola, il calcio di queste parti, come gioca la mia squadra. Quando mi dissero che c'era la possibilità di venire a Siviglia, sapevo che c'era Palop e che giocare titolare sarebbe stato difficile, ma ho comunque scelto di vestire la maglia della squadra del Sanchez Pizjuan.

La partita di Praga? E' ovvio che dobbiamo vincere, perché vorrebbe dire giocare l'ottavo di ritorno nel nostro stadio. Cosa non da poco...".


Condividi