logo 2018 rev2 def

ll mistero di Juan Pablo Carrizo 

29.01.2008

In casa Lazio, dopo l'acquisto bomba di Rolando Bianchi, continua a tenere banco il caso Carrizo. In tal senso non ci sono notizie positive, tutt'altro. La società biancoceleste ieri aspetava novità dall'arcivescovato di Paranà, ma non ci sono stati sviluppi ed ora è molto difficile, per non dire impossibile, che il portierone possa diventare comunitario e quindi essere tesserato entro il 31 gennaio.
Sulla vicenda ieri si è espresso anche il procuratore del ragazzo, Pablo Sabbag, che è sembrato a dir poco pessimista: "C'è un problema con un documento a Paranà, e questo non dipende da noi. Io mi occupo della carriera sportiva di Carrizo, sulla sua doppia cittadinanza sono altre le persone che stanno lavorando. Dobbiamo sperare e aspettare una telefonata che forse non arriverà mai."

Intanto il numero 1 argentino sta perdendo la pazienza e, forse, anche una maglia da titolare nel River, visto che Simeone vuole solo elementi motivati è non pienamente convinto di schierare un portiere che forse ha già la testa da un'altra parte. Gongola, invece, il presidente della società argentina: "E' uno dei primi tre portieri al monto, tanto meglio che resti qui il più a lungo possible."

Insomma, il problema relativo all'estremo difensore per la Lazio sembra ancora lontano dall'essere risolto ed è molto probabile che nelle prossime ore possano tornare d'attualità i nomi di Mirante e Kowalensky. Senza dimenticare, poi, che secondo radiomercato su Carrizo ha iniziato da tempo a muoversi il Milan.


Condividi