logo 2018 rev2 def

Premiato Higuita, lo "scorpione" volante 

19.08.2009

Si chiama José René Higuita e va ricordato come un personaggio pittoresco che nella propria carriera è riuscito a vincere una Coppa Libertadores con l'Atletico National (primo successo di sempre di un club colombiano). Si dice dei portieri che siano 'pazzi' o che lo debbano essere per arrivare ad alti livelli. In questo caso parliamo, per intenderci, di uno che: calciava le punizioni e segnava ( saranno 57 i gol in carriera) ogni volta che il pallone gli veniva consegnato dai difensori, metteva in scena un nuovo dribbling per entusiasmare la folla e in ultimo, all'apice della sua carriera, ha inventato 'il colpo dello scorpione'.

Solo un eroe dei cartoni animati avrebbe potuto fare una cosa del genere e lui in effetti lo era al pari di Benji Price o Edd Warner. Purtroppo il colombiano ogni tanto si dimenticava della realtà e rimaneva immerso in un mondo parellelo in cui gli era concesso eccedere nei suoi soliti dribbling tanto da farsi soffiare il pallone dagli attaccanti che ringraziavano depositando in rete. Voi penserete: Vabbè ma commetteva errori in competizioni di poco conto! No, sottovalutate il &lsquovecchio' René che ai Mondiali del 1990 con la sua nazionale ne combinò una che passò alla storia. La Colombia affrontava il Camerun e Higuita tentò, all'altezza della sua trequarti campo, di saltare Roger Milla che con garbo e gentilezza ringraziò rubando palla e insaccando.

In tutto questo c'è anche da dire che, con le sue azioni spericolate, forse contribuì al cambiamento delle regole riguardanti il ruolo del portiere. Infatti al termine di quel campionato del Mondo venne introdotta dalla Fifa una regola che impediva ai portieri di raccogliere la palla con le mani all'interno dell'area di rigore su passaggio del difonsore. E' stato considerato uno tra i dieci migliori portieri del 20esimo secolo. Forse un po' esagerato dal punto di vista tecnico ma bisogna ammettere che le sue 'pazzie' hanno contribuito a creare spettacolo nel calcio. Higuita è diventato famoso ed è ricordato più per il suo essere personaggio che calciatore. Negli anni è accaduto però anche ad altri. Risto Kallaste, mediocre difensore estone famoso per le sue 'super' rimesse laterali. Altro esempio è quello di Bruce Grobbelaar ex portiere del Liverpool abituato a distrarre gli avversari impegnati dal dischetto, con dei balletti tanto irriverenti quanto efficaci ( proprio ai rigori i Reds vinsero contro la Roma nel 1984 la loro 4° Coppa Campioni). Il giuoco del calcio deve essere spettacolo, noi amiamo chi fa spettacolo, nel bene e nel male. Uno sport è estro, fantasia oltre che tatticca e disciplina.

CHE COS'E' IL GOLDEN FOOT: E' un premio internazionale alla carriera che gode dell'Alto Patronato di SAS il Principe Alberto II di Monaco. E' riservato ai giocatori di almeno 29 anni che si siano distinti per risultati sportivi, di squadra e individuali, fair-play, personalità, fama e apprezzamento del pubblico e degli addetti ai lavori. Il vincitore viene scelto tra una rosa di dieci candidati, scelti dalla giuria del premio e formata dai rappresentati dei media partner del Golden Foot, dagli appassionati di tutto il mondo che vorranno indicare la loro preferenza sul sito ufficiale www.goldenfoot.com. La particolarità del premio è che il vincitore andrà a mettere le impronte dei piedi nella THE CHAMPIONS PROMENADE, la "Walk of Fame" del calcio mondiale situata sul lungomare del Principato di Monaco. Il Golden Foot è giunto nel 2009 alla sua settima edizione, nel 2003 il primo vincitore è stato Roberto Baggio, nel 2004 Pavel Nedved, 2005 Andriy Shevchenko, nel 2006 Ronaldo, nel 2007 Alessandro Del Piero e nel 2008 Roberto Caros. I promotori dell'evento sono la World Champions Club e l'Ufficio del Turismo del Principato di Monaco. L'edizione 2009 è prevista per il giorno 21 settembre.

PER VEDERE LA PARATA DELLO SCORPIONE VAI NELLA SEZIONE "Foto e Video" E CLICCA SU "LA PARATA PIU' SPETTACOLARE"


Condividi