logo 2018 rev2 def

L'Hellas in buone mani. Alla scoperta di gatto Silvestri 

06.02.2020

Il portiere dell'Hellas Verona, marco Silvestri protagonista della spendida annata degli scaligeri...


Uno splendido articolo di Gianluca Di marzio sul portiere dell'Hellas..

Il soprannome ‘Gatto’ è diventato ‘The hero’ quando in una gara di EFL Cup parò tre rigori consentendo al Leeds di passare il turno. Era il 2016 e Marco Silvestri viveva ancora in Inghilterra prima di passare all’Hellas Verona l’anno successivo. Da quel momento ne è diventato un punto fermo, imprescindibile.

Per conferma chiedere alla Lazio, fermata sullo 0-0 all’Olimpico dalle parate del portiere classe 1991, nato a Castelnovo ne' Monti e diventato ‘The wall’ al Leeds, quando il presidente Cellino decise di portarlo con sé dopo l’esperienza al Cagliari. “Gli inglesi pensavano fossimo i 'figliocci' del presidente. Non è stato semplice”, ricordava Marco.

L’Inghilterra gli ha dato tanto, lì è nata sua figlia, lì ha vissuto una serata da eroe contro il Norwich. Ma i ricordi più belli li ha sempre riservati all’Italia: “Hellas Verona-Padova, mi ricordo è stata una partita in cui ho fatto molto bene e poi l'esordio in A col Cagliari". Il cassetto dei ricordi però è in continuo aggiornamento.

Di sicuro ci finirà anche la partita con la Lazio, la sua partita. Perché se i biancocelesti hanno chiuso la gara con zero gol all’attivo il merito è stato soprattutto suo. Prima su Immobile, poi due volte su Luis Alberto. Ciuffo biondo e mani sicure, così Marco Silvestri ha fermato l’ondata biancoceleste diretta verso la vetta. Nel tempo libero si diverte con i videogiochi ed è appassionato di tecnologia. Passa molto tempo in famiglia, con la figlia e la sua Sofia, conosciuta per caso su Facebook e con cui è scoccato il colpo di fulmine al primo appuntamento. Ora si gode l’ennesima serata felice di una stagione da ricordare: “Io ho fatto qualche intervento ma abbiamo lavorato benissimo di reparto”, ha detto al termine della partita. Lo chiamavano Gatto per il suo cognome e i suoi riflessi, ora è tornato Hero, anche se Leeds è lontana.


Condividi