logo 2018 rev2 def

Marco Ballotta ancora in campo. Un portiere che non si è mai fermato 

25.10.2021

Classe 1964, dopo più di 500 partite da professionista non si è mai fermato: dal 2019 è presidente e dg del Castelvetro, dove sabato scorso ha fatto da vice portiere


 Campionato di Eccellenza emiliano-romagnolo, Castelvetro-Vignolese: tra i padroni di casa, con il numero 12, in panchina, c’è Marco Ballotta. E questa, da qualche parte, l’avevamo già sentita. Bolognese di Casalecchio, classe 1964, Ballotta è stato per anni portiere tra serie A, B e C1: Modena, Cesena, Parma, Brescia, Reggiana, poi un gran finale con Lazio, Inter, Modena, Treviso e di nuovo Lazio. Oltre 500 partite da professionista, con alcuni record di longevità difficilmente battibili: Ballotta è stato il giocatore più anziano a scendere in campo in una partita di Champions League, a 43 anni e 253 giorni, e in serie A, a 44 anni e 38 giorni. Dopo aver appeso - ma mica del tutto - i guantoni al chiodo, ha continuato a giocare a calcio nelle serie minori riscoprendosi attaccante, il ruolo che aveva da ragazzino: Calcara Samoggia, San Cesario e Castelvetro, arrivando un anno a segnare anche 24 gol in Prima categoria, nonostante ormai fosse prossimo ai 45 anni.

Presidente, dg e secondo portiere

Dal 2019 Ballotta è diventato presidente e direttore generale del Castelvetro, una delle squadre in cui aveva militato dopo la carriera da professionista. Fa anche l’allenatore dei portieri e, per eventuali emergenze, si è tesserato anche giocatore: domenica scorsa ha dovuto indossare di nuovo la maglia numero 12 visti i problemi del Castelvetro rimasto con un solo portiere, il diciassettenne Cacchioli, a disposizione. Uno dei portieri, Riccardo Lanzotti, è infatti rimasto ferito in un incidente stradale insieme a quattro suoi compagni di rientro da un allenamento pochi giorni fa. A quel punto il presidente, dg e allenatore dei portieri Ballotta ha fatto schierare al tecnico Cattani senza indugio Cacchioli e ha reindossato tuta e guanti mettendosi in panchina come numero 12 nel derby casalingo contro la Vignolese, attirando la curiosità degli spettatori presenti: la sfida è finita 1-0 per gli ospiti, ma nonostante la sconfitta il giovane portiere classe 2004 potrà raccontare agli amici di quel pomeriggio in cui Marco Ballotta gli ha fatto da vice.


Condividi