logo 2018 rev2 def

Giacomo Poluzzi è il portiere meno battuto d'Europa 

03.11.2021

Il portiere del SudTirol (Serie C) non prende gol da ben 878 minuti...


 

Il portiere meno battuto d’Europa gioca in Italia, precisamente in serie C: è il bolognese Giacomo Poluzzi, 33 anni, estremo difensore del Südtirol allenato dall’ex giocatore del Brescia Ivan Javorcic, arrivato quest’anno a guidare il club altoatesino. La marcia dei biancorossi, primi nel girone A, è impressionante: undici partite (una in meno degli altri, causa sospensione per impraticabilità di campo a Legnago), otto vittorie e tre pareggi con 14 reti segnate e, soprattutto, un solo gol subito. Statistiche difensive straordinarie che hanno portato il portiere titolare del Südtirol , Poluzzi, in cima alle statistiche europee dei cosiddetti «clean sheet», ovvero le gare concluse senza reti al passivo: ben dieci su undici, nessuno meglio di lui nelle leghe professionistiche dei principali campionati del Vecchio Continente.

L’unico gol fin qui subito da Poluzzi e dal Südtirol è datato 4 settembre, realizzato da Jacopo Manconi dell’Albinoleffe: da allora i minuti consecutivi di imbattibilità sono ben 878. E con dieci clean sheet su undici gare, Poluzzi guida una graduatoria europea che vede al secondo posto Michele Nardi del Cesena (8 partite senza gol al passivo su 13), poi Yahia Fofana del Le Havre (8 su 13), Mark Travers del Bournemouth (8 su 14), Ben Amos del Wigan (8 su 15) e il colombiano David Ospina del Napoli capolista in serie A, con 7 clean sheet su 9 partite disputate.

La carriera e quell’estate da svincolato

Una bella soddisfazione per il portiere bolognese, soprattutto pensando a quanto accaduto nell’estate 2019: dopo la fine del suo rapporto con la Spal con cui aveva vissuto due esordi simbolici, in serie B e in serie A (sul campo del Chievo, il 4 maggio 2019), il portiere era rimasto svincolato fino a metà settembre, quando firmò per la Virtus Francavilla in serie C. Un campionato già noto a Poluzzi, che dopo gli inizi in D - al Crevalcore e al Carpi, tra le altre - aveva militato nell’allora Giacomense dei Colombarini in Lega Pro 2, poi all’Alessandria e alla Fidelis Andria in C prima dell’approdo alla Spal come terzo portiere. In Alto Adige Poluzzi è arrivato nell’estate 2020 e al suo secondo anno da titolare ora si può godere un piccolo-grande record. Un risultato che - seppur a inizio stagione - lo ripaga anche di quei giorni difficili in attesa dell’offerta giusta, in cui il suo obiettivo era quello di trovare un nuovo contratto e una porta da difendere.


Condividi