logo 2018 rev2 def

Rissa Olsen-Lapadula. Ecco cosa rischia ora il portiere 

26.11.2019

E' accaduto al minuto 83 di Lecce-Cagliari...


Finale incandescente in Lecce-Cagliari. Al minuto 84′ è successo di tutto, con una rissa tra il portiere dei sardi Olsen e l'attaccante giallorosso Lapadula. Dopo aver realizzato il calcio di rigore del momentaneo 1-2 l'ex Milan si è scagliato contro l'estremo difensore reo di aver allontanato il pallone. Faccia a faccia, qualche colpo proibito, con l'arbitro che alla fine ha deciso di espellere entrambi. Molto arrabbiato soprattutto lo svedese che oltre a prendersela con il pubblico ha inveito contro il quarto uomo

All'84° di Lecce-Cagliari Lapadula ha realizzato il calcio di rigore del momentaneo 1-2 (concesso per un fallo di mano di Cacciatore che con un fallo di mano volontario ha negato il gol a La Mantia). Dopo il gol, il centravanti ha cercato di recuperare in fretta il pallone che il portiere avversario Olsen ha calciato lontano con un gesto di stizza. I due sono entrati in rotta di collisione con un violento confronto. Momenti a dir poco concitati, con l'ex Roma che ha poi spintonato l'avversario che è finito a terra. Sanitari in campo per curare entrambi i calciatori, doloranti per un colpo alla testa, con l'arbitro che dopo qualche minuto di impasse ha estratto due cartellini rossi dietro consulto col Var.
Cosa rischiano Olsen e Lapadula, possibile una lunga squalifica

Olsen non ha fatto apparentemente una piega, ma al momento di dirigersi verso gli spogliatoi ha inveito prima contro il pubblico, reo di averlo beccato, e poi contro il quarto uomo con tanto di urla poi nel tunnel degli spogliatoi. Lapadula incredulo per il rosso ricevuto ha chiesto a più riprese chiarimenti all'arbitro e ai suoi collaboratori, lamentandosi per il colpo ricevuto dall'avversario. Cosa rischiano i due calciatori? Tutto lascia presagire una squalifica più lunga alla singola giornata (soprattutto per lo svedese). Sarà fondamentale come sempre il referto del direttore di gara, che prenderà in considerazione anche quanto recepito dai suoi collaboratori.(fonte: calciofanpage)


Condividi