logo 2018 rev2 def

La nuova vita di Follman, portiere sopravvissuto al disastro aereo della Chapecoense 

03.01.2020

Tre anni fà il disastro aereo in cui morirono quasi tutti i componenti della squadra...


Tre anni fa la tragedia della Chapecoense, la squadra brasiliana che subì un brutto incidente aereo in cui perirono 71 persone, tra cui 19 giocatori. In tre riuscirono a sopravvivere, come il portiere Jakson Follman, che però subì l'amputazione di una gamba. Per lui, dunque, classe 1992, è cominciata una nuova vita: come raccontato dal Mundo Deportivo, Follmann, dopo essersi allenato per partecipare come nuotatore alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, si è dedicato alla sua seconda passione, il canto. Follman ha vinto un talent show brasiliano "Popstar". Ora l'ex giocatore, che nel frattempo è diventato anche padre, proverà con la carriera di cantante. 

Follmann è tornato a parlare, ricordando il terribile incidente: "Penso a quello che è successo tutto il tempo, non posso negarlo. Era una situazione troppo difficile, qualcosa di impossibile da capire e da spiegare. Ma cerco di essere forte per continuare, per poter continuare con la mia vita", dice Follmann. "Quello che faccio è promuovere il nome del club in tutto il mondo e partecipare anche ad alcuni premi. Questo è il mio lavoro: essere in grado di rappresentare il club mi rende felice. Ricevo molti messaggi al giorno sui social network, mi ringraziano per il messaggio che do e quello che trasmetto. Penso di essere rimasto in questo mondo per poter aiutare gli altri in qualche modo. È il modo in cui devo affrontare la mia vita". Sulla carriera da cantante invece: "Direi che sicuramente ero meglio da portiere" ha concluso scherzando l’ex giocatore brasiliano.

Gli altri due sopravvissuti, Allan Ruschel, ha continuato a giocare, così Helio Neto sta cercando di rientrare in campo dopo le lunghe cure.


Condividi