logo 2018 rev2 def

Inter, colpo tra i pali: preso Viviano. Preoccupano le condizioni di Handanovic 

10.02.2020

L'Inter, dopo l'infortunio di Handanovic e gli errori di Padelli, corre ai ripari e tessera Emiliano Viviano


 

La gioia per il successo nel derby non ha distolto l'Inter da una nuova emergenza in rosa, in un ruolo che non era stato rinforzato nel mercato invernale. Infatti, i nerazzurri per fare fronte all'infortunio di Samir Handanovic e la squalifica di Berni (che in ogni caso l'ultima partita di campionato l'ha giocata nel 2012) stanno pensando di mettere sotto contratto Emiliano Viviano. Il portiere è svincolato, dopo l'ultima esperienza allo Sporting, ed era già stato all'Inter nella stagione 2011/12, quando però si infortunò e venne ceduto al Palermo a gennaio.

Il 24 giugno 2011 il Bologna è pronto a rilevare tutto il cartellino del portiere per rivederlo poi alla Roma. L’Inter non è interessata a trattenere il giocatore, ma un banale quanto colossale errore fa saltare l’acquisto del club rossoblù. Il Bologna sbaglia a compilare il modulo per riscattare la metà dell’Inter e invece di scrivere 4,7 milioni, mette in busta appena 2,35 milioni, circa la metà. Un errore tecnico. Di fatto il Bologna - che non era titolare del diritto del giocatore, ma della compartecipazione acquistata per 3,5 milioni nel 2009 - avrebbe dovuto compilare il modulo scrivendo nella parte sinistra il valore della compartecipazione offerta (4,7 milioni) e nella parte destra il valore che assumeva il diritto (altri 4,7 milioni, totale 9,4). L’Inter, titolare del diritto, doveva soltanto compilare la parte dell’offerta. Il Bologna, secondo le ricostruzioni, avrebbe scritto invece 2,35 da una parte e 4,7 nell’altra. In sostanza fece una divisione, quando avrebbe dovuto fare una moltiplicazione. Viviano finì così per sbaglio all’Inter e comincia ad allenarsi con i nerazzurri. Il 23 luglio 2011 però si infortuna al crociato e il 31 agosto dello stesso anno viene ceduto al Genoa. Oggi le comproprietà non esistono più. Da allora il portiere gira tante squadre, tra cui l’Arsenal con cui però non gioca mai. Le migliori stagioni sono quelle con la Sampdoria, prima di finire allo Sporting dove non gioca neppure una partita. A portarlo era stato Sinisa Mihajlovic, esonerato ancor prima di cominciare la stagione. A gennaio del 2019 finisce a gennaio alla Spal, con cui gioca ben 19 partite e contribuisce alla salvezza degli emiliani. Da giugno era svincolato. Quasi dieci anni dopo, potrebbe finalmente riuscire a giocare nell’Inter.

 

Le visite mediche sono cominciate intorno alle 10:30 e termnate poco dopo le 14 al CONI. Ora il club farà le sue valutazioni per capire se possa valere la pena o meno accordarsi col giocatore fino al termine della stagione e nelle prossime 24-48 ore prenderà una decisione definitiva.

Le condizioni di Handanovic

Samir Handanovic salterà sicuramente la semifinale d'andata di Coppa Italia contro il Napoli in programma mercoledì sera e con ogni probabilità anche la partita con la Lazio di domenica prossima. Al di là dell'infortunio, il portiere vuole essere sicuro di essere al meglio per evitare che il problema alla mano si aggravi. L'innesto di Viviano in questo senso sarebbe fondamentale fino alla sfida con la Juventus del 1° marzo.


Condividi