logo 2018 rev2 def

L'esordio da favola di Begovic. Il portiere-giornalista si prende il Milan 

25.02.2020

La storia del neo portiere del Milan al suo esordio con la maglia rossonera


Un bellissimo articolo scritto dalla penna di Alessandro Di Gioia, per calciomercato.com.

 

Esordio con la maglia del Milan al 52' della sfida contro la Fiorentina, nel catino bollente dello Stadio Franchi, al posto dell'infortunato Donnarumma, miracolo su colpo di testa di Chiesa al 54', nemmeno 40 secondi dopo, e altra parata sensazionale a fine gara, per salvare il risultato su Caceres: il debutto in rossonero per il portiere bosniaco Asmir Begovic è da incorniciare. Da predestinato, se non si stesse parlando di un 32enne giramondo che nella propria carriera ha vestito le nobili maglie di Chelsea e nazionale bosniaca. E ora fa la differenza a Milano.

 

L'EREDITA' DI DONNARUMMA - Primo match che avrebbe potuto addirittura diventare trionfale, se all'85' fosse riuscito a parare completamente il rigore calciato da Pulgar, solo sfiorato: ma per il bosniaco la gara di Firenze sarà a lungo da ricordare. Miracolo all'esordio e forse ora la possibilità di giocare qualche partita da titolare, per mettersi in mostra dopo l'esilio in Azerbaigian, seguito alle esperienze in Premier: domani Donnarumma sosterrà alcuni esami medici per capire le condizioni di salute, se non dovesse farcela a San Siro, domenica alle 12.30 contro il Genoa, toccherebbe di nuovo al classe 1987. Un’ eredità pesante, che ha dimostrato di saper reggere.

 

IL DODICESIMO, LE PAROLE D'AMORE E L'HOBBY - Arrivato a gennaio in prestito dal Bournemouth per prendere il posto di Reina, Begovic vuole prendersi il Milan e guadagnarsi la conferma da dodicesimo: "Quanto ci ho messo a dire sì al Milan? Ho deciso in 5 minuti. Avevo tante opzioni, ma poi è arrivata la chiamata del Milan. Avevo la chance di giocare in uno dei più grandi club del mondo. Quando è arrivata questa opportunità l'ho presa subito al volo.". Leadership ed esperienza, dentro e fuori dal campo, dove il bosniaco ha un hobby particolare: microfono in mano, si diletta nel condurre un podcast in cui parla di sport su Twitter. Portiere e giornalista.​


Condividi