logo 2018 rev2 def

La Lazio presenta il nuovo portiere..è Pepe Reina! 

25.08.2020

Dopo giorni di attesa, finalmente il sogno diventa realtà. La Lazio chiude per il ritorno di Reina in Italia...


Una vita con i guanti in mano, una vita tra i miglior club d’Europa, una vita a servizio degli altri. Pepe Reina, nel suo lungo iter calcistico – e di vita – approda alla città eterna. Domani – salvo sorprese – arriverà la fumata bianca che legherà il portiere spagnolo alla Lazio per due anni (contratto da 1,8 milioni a stagione). Prima la risoluzione con il Milan, poi la Lazio, Pepe Reina è pronto.

UN CAMPIONISSIMO – Barcellona, Villarreal, Liverpool, Napoli, Bayern Monaco, ancora Napoli, Milan, Aston Villa… Lazio. Non è di certo mancato il prestigio nel corso della carriera del classe 1982, basti pensare tutte queste tappe sono state condite da: una Coppa del Mondo, due Europei, uno scudetto di Germania, una Supercoppa di Germania, una Supercoppa Europea, una Coppa Italia, una FA Cup, una Coppa d’Inghilterra, una Supercoppa d’Inghilterra. Un bigliettino da visita niente male, che lo rende senza ancora esserci entrato una leggenda dello spogliatoio laziale.

UN ACQUISTO TOP – Sono quattro le motivazioni per le quali non ci si deve pensare nemmeno un minuto, bisogna esultare e basta per un acquisto del genere.

1- AFFIDABILITA’: Cosa puoi avere di meglio, come numero 12? Un giocatore eccellente, portiere straordinario, delizioso con i piedi. Finalmente Strakoha può concedersi, di tanto in tanto, il lusso del riposo. Le sue spalle, ora, sono coperte.

2- CHIOCCIA: Ed è proprio Strakosha il primo a poter – e dover – beneficiare dell’arrivo di Reina. Lo spagnolo ha come punti di forza quelli che per Strakosha sono punti di debolezza: uscite e gioco con i piedi. L’albanese dunque, come uno scolaretto novello, potrà sedersi al primo banco delle lezioni di prof. Reina ed imparare qualche cosa di spendibile per il presente e per il futuro.

3- COMPETITIVITA’: Ed ancora in merito a Strakosha, la sensazione in questi anni è che l’albanese si sia sentito troppo sicuro del suo posto. Pepe Reina potrebbe dargli la giusta pressione, potrebbe innescare quella sana competizione che fa tirare fuori il meglio di sé. Se prima bastava il minimo indispensabile, ora Thomas dovrà sudare il doppio per avere un posto tra i pali. Insomma, ci aspettiamo grossi miglioramenti!

4- CARISMA: e non scordiamo, infine, tutto quello che Reina può dare alla Lazio e ad Inzaghi. Non solo parate quando necessario, ma anche carisma e personalità nell’anno in cui i biancocelesti faranno ritorno in Uefa Champions League. Tare e Lotito, si sono affidati ad un veterano di questi ambienti. (fonte: cittaceleste.it)


Condividi